Archivi del mese: dicembre 2013

Scatole, ovvero Pezzo a pezzo

[…] Probabilmente poi arrivi al punto in cui guardi quel dolore come se fosse lì, un metro avanti a te, dentro una scatola, una scatola aperta, in una vetrina in un qualche negozio. è duro e freddo, come una sbarra … Continua a leggere

Pubblicato in io cito | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Lettera al mio fidanzato.

Sorriderò, ricordandomi che non ti ricordavo. Accorgendomi che mi ricordavi. Riderò, come una cretina, per quell’amica dei luccichini venuta da tutta l’Italia e gli strascichi di macchine poetiche, per le serrande chiuse e noi. Dentro, ad appoggiare cenere nei gusci … Continua a leggere

Pubblicato in alba, da una mongolfiera, favola, guarda come dondolo, la donna senza strategia, porte, soffioni | 1 commento

I sogni non muoiono mai, ma noi sì.

Finché non mi sono seduta a quel piccolo tavolino, per fare due chiacchiere con gente che mi piace, gente che mi ha accolta qui come fosse casa. Finché quel simpatico uomo che non conoscevo, innamorato del Sudamerica e della sua … Continua a leggere

Pubblicato in alba, coincidenze, favola, frullati, la donna senza strategia, maree, Uncategorized | Contrassegnato , , , , | 2 commenti

Un libro che mi fa piangere all’improvviso non lo trovavo da almeno due vite e mezzo.

[…] Avrei voluto raccontarle che anche io sono stata bene qui, e dopo sono stata male, e ora non mi importa più niente, e che forse questi tre passaggi sono necessari per lasciare tutto senza rimpianti: avrei voluto raccontarle tante … Continua a leggere

Pubblicato in chicche, da una mongolfiera, favola, io cito, playlist | Contrassegnato , , , | Lascia un commento